Introduzione

Il Pentium 4 (SGC) era ed è un'ottima macchina e mi sarebbe bastato per i prossimi anni se non mi fossi appassionato di fotoriticco, grafica 2d/3d ed editing video, tutti frutti dell'eliminazione dello sdoppiamento della vista e dell'incontro con persone che mi hanno aperto varie possibilità.

Ho quindi dovuto iniziare a pensare a una nuova macchina, con cui affiancare ma non sostituire il P4. Avendo fatto assemblare nel 2008 un sistema low-end per amici di famiglia avevo toccato con mano, restandone folgorato, la reattività e l'immenso salto di prestazioni introdotto dai sistemi dual e quad core.

Ho aspettato, mi sono documentato, ho rimuginato come al mio solito tanto, tanto tempo ed ecco il risultato: una macchina stratosferica, dal processore al case fino anche al mouse. Un'occasione di crescita per dare sfogo alla nuova ondata di creatività, per imparare nuove cose e per smettere di adagiarmi sugli allori. Anche per questo ho accettato la sfida di Vista nella prospettiva di Windows 7 e fino ad ora, complice anche la potenza di questo mostro, non mi ha affatto deluso, anzi!

Ho chiamato il PC Destiny in onore dell'astronave degli Antichi protagonista della nuova serie Stargate: Universe. Come tale meraviglia tecnologica porta i suoi occupanti addirittura in galassie lontane, così il PC Destiny mi permette di esplorare agilmente territori dell'informatica lontani da quelli in cui mi sono formato.

Configurazione

Computer tower

Note:

  1. Ho scelto il modello 920 perché a marzo 2009 il costo del 940 non valeva il leggero aumento di performance e quello del 965 era assolutamente eccessivo. I due modelli superiori sono comunque perfettamente compatibili con la mia scheda madre.
  2. L'architettura X58 Intel lavora al meglio con tre banchi di memoria alla volta, di qui la scelta di installare triplette di chip.
  3. La scheda Toxic fra le altre belle cose prevede un magnifico, imponente e silenzioso dissipatore Zalman in rame.
  4. Non voglio poggia polsi, layout strani dei tasti, funzioni multimediali (mi ci abituerei e mi troverei male quando uso macchine che non le hanno) o sistemi senza filo in cui le batterie finiscono sempre la domenica pomeriggio... voglio una tastiera, una semplice tastiera che possibilmente non mi mangi una porta USB ;-)

In questo post del mio blog trovate le prime impressioni d'uso (marzo 2009).
In quest'altro post, invece, i commenti dopo il passaggio a 64bit, con pro e contro.

Report CPU-Z & GPU-Z


CPU-Z report, max power saving

Report di CPU-Z con EPU-6 impostato per il massimo risparmio di energia

CPU-Z report, turbo mode

Report di CPU-Z con EPU-6 impostato per fornire le prestazioni massime

GPU-Z report

Sito creato da Gabriele Favrin e aggiornato... ogni tanto ;)